LE FORMULE DI CORTESIA





Quando si comunica con una persona con cui si è in confidenza, o che appartiene al nostro stesso livello sociale, si usa il tu: ci si rivolge alla persona usando il pronome di seconda persona singolare, con cui concorda il verbo. Una comunicazione di questo genere è considerata informale.

Ad esempio: “Vieni, Andrea, accomodati”.

Quando ci si rivolge a qualcuno che non si conosce, con cui non si è in confidenza o che appartiene ad un differente livello sociale, si usa prevalentemente il Lei, valido sia per gli uomini sia per le donne, al singolare, a cui segue il verbo coniugato alla terza persona singolare.
Se, in queste circostanze, ci si rivolge a più persone, si usa il Voi, seguito dalla seconda persona plurale del verbo. Più antiquato risulta l’uso del Loro, a cui segue il verbo alla terza persona plurale. Simili comunicazioni sono considerate formali.

Ad esempio:
“Prego, signor Andrea, si accomodi”.

“Prego, Signori, accomodatevi”.

In base alla formalità o all’informalità della situazione, cambia l’uso dei modi verbali e degli aggettivi possessivi.

- Per sollecitare qualcuno a fare qualcosa, nella comunicazione informale si usa l’imperativo, in quella formale si usa il congiuntivo o, con il Voi, l’imperativo.

Informale:
“Mario, bevi qualcosa insieme a noi!”    (imperativo)

“Alessia, bevi qualcosa insieme a noi!”   (imperativo)
                   
Formale:
“Signor Rossi, beva qualcosa insieme a noi!”    (congiuntivo)

“Signora Rossi, beva qualcosa insieme a noi!”  (congiuntivo)
“Signori Rossi, bevete qualcosa insieme a noi!” (imperativo)

- Gli aggettivi e i pronomi possessivi sono quelli di seconda persona singolare per le situazioni informali, per quelle formali la terza persona singolare o la seconda plurale.

Informale:
“Ecco il tuo libro, Mario.”     (seconda persona singolare)

“Ecco il tuo libro, Alessia.”   (seconda persona singolare)

Formale:
“Ecco il Suo libro, Signor Rossi.”       (terza persona singolare)

“Ecco il Suo libro, Signora Rossi.”     (terza persona singolare)
“Ecco il Vostro libro, Signori Rossi.”  (seconda persona plurale)

 

Clicca qui se vuoi svolgere gli esercizi relativi a questo argomento

 



Sapere Più - Centro Servizi Scolastici

questi contenuti sono curati dal
Centro 
Sapere Più - a Milano dal 1996 al servizio di chi studia

Corsi di Italiano per stranieri